giovedì 21 novembre 2013

Nel paese delle scale

Nel paese delle scale il nostro amore si era forse perso?
Nel paese delle scale salgo e scendo dai ricordi.
Ma c'e' un muro troppo alto da scalare e troppo duro da buttar giu'...cosi l'ho solo aggirato.
Nel paese delle scale sono seduta vicino a un'emozione, in un angolo buio e umido ad aspettare un fantasma.
Nel paese delle scale sono smarrita come Alice cercando il suo coniglio che corre dietro al tempo che non ha senso.
Nel paese delle scale sento freddo a volte e pur coprendomi sento il gelo assalirmi dove credevo di essere al sicuro da tutto questo.
Nel paese delle scale non puoi mentire, lui ti riporta davanti allo specchio e ti fa sputare la verita' che volevi seppellire in uno dei suoi tanti cimiteri.
La' ho trovato una scatola d'alabastro, conteneva il tuo nome, credevo di averlo scordato ma e' inciso nei polsi come un tatuaggio di sangue, posso indossare dei guanti ma dovrei tagliarmi le mani.
Nel paese delle scale c'e' un mostro che parla con me prima che prenda sonno, mi parla di come su un ponte incontrero' di nuovo la mia paura piu' grande: il freddo inverno del cuore.
Mi ha detto ieri: "Devi essere pronta, verra' il momento che ti sfidera'"
Non rispondo mai alle sue provocazioni, ascolto cio' che ha da dirmi e poi mi giro dall'altra parte.
Ma mi segue. 
Ha una voce familiare, non lo temo ma non so come affrontarlo e temporeggio.
C'e' una collina di vento alle mie spalle, mi stupisce il suo linguaggio e mi inginocchio dentro.
Nel paese delle scale ci sono per ritrovare una pergamena di verita', ci sono perche' ho il compito di far rivivere un sogno.
C'e' un codice segreto sotto una cattedrale di carne che aspetta di essere identificato.
C'e' un uomo che aspetta che lo riporti a casa, mi ha chiesto di prometterglielo prima di scendere giu' all'inferno e io sono nel limbo senza mappa alcuna con un filo che non ha ganci e sta per terminare.
Come faccio a ritrovarlo? Come faccio a mantenere quella promessa? 
Nel paese delle scale un altro giorno e' passato, continuo a salire al di sotto.
Mi senti? Puoi sentirmi?
Piove...
Mi senti? 
Sento una voce...e' di nuovo il vento, mi riporta al punto di partenza.
Per spezzare l'incantesimo devo trovare quella strega, dentro alle tante stanze, nel mio castello c'e'.
Ritrovata mi aiutera'. 
Nel paese delle scale uno spirito mi fa disperare, di dispetti me ne fa tanti e mi propone indovinelli.
Nel paese delle scale dovro' restare fino a che  riusciro' a indovinare.

P.

Dove si e' perso?


Nessun commento:

Posta un commento